Aborto terapeutico, “io respinta dall’ospedale in Italia e costretta ad andare in Francia in piena emergenza coronavirus”

Aborto terapeutico, “io respinta dall’ospedale in Italia e costretta ad andare in Francia in piena emergenza coronavirus” Aborto terapeutico, “io respinta dall’ospedale in Italia e costretta ad andare in Francia in piena emergenza coronavirus” Ilfattoquotidiano.it ha raccolto la storia di Federica che, poco prima del lockdown, si è dovuta spostare prima in Svizzera e poi a Nizza e Marsiglia per riuscire a portare a compimento l'interruzione di gravidanza decisa dopo aver scoperto una grave malformazione del feto. Ma la sua è solo una delle tante storie raccolte negli anni dalle associazioni e, molto spesso, a dare indicazioni per l'espatrio ufficiosamente sono gli stessi operatori sanitari. Il gruppo di ricerca Europe abortion access: "Difficile conoscere il numero esatto. La maggioranza delle donne italiane vanno in Inghilterra, Spagna e Olanda"

Aborto durante il coronavirus, le testimonianze tra servizi sospesi e obiettori: “Telefoni squillavano a vuoto”. “Io respinta da 3 ospedali”

Il ministero della Salute, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, ha ribadito che l'interruzione di gravidanza è una prestazione non differibile. Ma nonostante gli appelli non ha dato il via libera all'aborto farmacologico da casa che avrebbe ridotto gli spostamenti delle donne e ridotto i tempi. Ilfattoquotidiano.it ha raccolto le voci di chi nelle ultime settimane ha dovuto abortire tra difficoltà e ostacoli

Aborto, a Caserta la clinica convenzionata ha finito i soldi e interrompe il servizio: “Donne costrette a vagare per ospedali”

Impossibile abortire perché sono finiti i soldi. Succede a Caserta, nella Casa di cura Sant’Anna: struttura privata accreditata dalla Regione che da sola copre circa il 20% delle richieste di aborti della Campania e svolge un ruolo fondamentale in una Regione dove il 77% dei medici sono obiettori. Il servizio è stato bloccato, insieme agli altri forniti dalla … Continua a leggere Aborto, a Caserta la clinica convenzionata ha finito i soldi e interrompe il servizio: “Donne costrette a vagare per ospedali”

Codice rosso legge sulla violenza di genere del governo Lega/5Stelle, positiva o negativa?

Considerando le pessime leggi che sono uscite dal governo Lega/5Stelle, la nuova legge sulla violenza di genere, la n. 1200/2019 - cosiddetta Codice rosso - avrebbe potuto fare danni peggiori. La legge presenta aspetti positivi e negativi. Entrambi derivano da una impostazione securitaria del problema tutta centrata sulla pena. Si trascura la prevenzione, si ignora … Continua a leggere Codice rosso legge sulla violenza di genere del governo Lega/5Stelle, positiva o negativa?

Vogliamo fondi per la mediazione interculturale

Ho conosciuto Loubna El Houbi a Cremona, con la presentazione della lista La Sinistra. E' mediatrice interculturale, ma il taglio dei fondi le impedisce di lavorare. Il lavoro della mediazione interculturale è preziosissimo in ambito scolastico e socio-sanitario, perché promuove la salute delle persone, adulte e minorenni, e il benessere sociale. E' una funzione che tesse relazioni e … Continua a leggere Vogliamo fondi per la mediazione interculturale

Mantova e Cremona consultori chiusi e tagli sul diritto alla salute delle donne

Mantova. Dal primo giugno chiuderanno tre consultori familiari nella provincia: Bozzolo, Roncoferraro e San Benedetto. Altri saranno chiusi più avanti (Goito e a Castelgoffredo). Cremona. Tagli alla sanità pubblica che colpiscono in modo particolare le donne, come già accaduto con la recente chiusura del Punto nascita Oglio Pò (Casal Maggiore) per effetto della legge che … Continua a leggere Mantova e Cremona consultori chiusi e tagli sul diritto alla salute delle donne